Quale postura davanti al PC?

Vita d’ufficio uguale vita al computer

Monitor, tastiera e mouse sono i nostri fedeli alleati da scrivania. Molto spesso però tendiamo ad assumere posizioni scorrette, che a lungo andare si possono trasformare in dolori. 

Ecco quindi qualche suggerimento: provare per credere!

Monitor: la posizione conta

Lo schermo deve essere a una distanza dagli occhi tra i 50 e i 70 cm. Deve essere inoltre alla stessa altezza dello sguardo o leggermente sotto. Un comodo stratagemma “da ufficio” per sollevarlo è appoggiarlo sopra una o due risme di carta, a seconda delle esigenze.  

placehold

Spalle in relax

Fai un grande respiro sollevando le spalle più che puoi e poi espira lasciandole cadere: questa è la postura corretta delle spalle rilassate. Cerca anche di non insaccare il collo per evitare tensioni nel tratto cervicale e di appoggiare l’avambraccio sulla scrivania per non sovraffaticare i polsi. 

Colonna vertebrale: dritta è ok!

Per prevenire disturbi muscolo-scheletrici, la posizione da assumere è seduti ben diritti, con i piedi appoggiati a terra, un angolo di 90° tra cosce e busto, schiena appoggiata alla sedia nel tratto lombare. Se perdi la postura, ecco il trucco: un cuscino appoggiato allo schienale ti aiuterà a rimanere seduto correttamente.

Fare spesso movimenti

Cambiare posizione di frequente aiuta a evitare l’intorpidimento del corpo, ma non c’è nulla di meglio di alzarsi in piedi e muoversi, anche solo per pochi minuti. Le articolazioni si sgranchiranno, il cervello si ossigenerà e gli occhi si riposeranno. Un vero toccasana per la produttività! Le pause dovrebbero essere ogni 30-45 minuti al massimo.

Occhio… a non dimenticarci!

I nostri occhi vivono davanti a luci artificiali per la maggior parte della giornata. E ne risentono: secchezza, irritazioni, mal di testa, difficoltà di messa a fuoco sono solo alcuni sintomi. La soluzione è semplice: distogli lo sguardo dal monitor ogni 20 minuti e fissa un oggetto distante (meglio sarebbe l’orizzonte). Vedrai che vista! 

Gli esercizi

  1. Per la schiena: da seduti, alzare le mani verso il soffitto quanto più possibile, mantenere la posizione una trentina di secondi e ripetere 4-5 volte.
  2. Per il collo: disegnare in aria con il mento i numeri da 0 a 9. Ripetere poi per 10 volte, con il collo rilassato, un movimento lento della testa in avanti verso il petto, indietro verso la schiena, a destra e a sinistra.


Questo articolo è pubblicato sul nostro periodico di attualità, salute e benessere
SaniMagazine n. 1 - luglio 2017

Condividi su: